28.11.10

クリスマスツリーを用意した! Abbiamo preparato l'albero di natale!

今日はクリスマスツリーを用意した
ブリコというホームセンターでツリーと飾りを購入
初めてなのでなかなか楽しい!


Oggi,io e Giova-chang abbiamo preparato l'albero di natale.
Tutto quello che ci serviva l'abbiamo trovato da Brico.
Per me era la prima volta che facevo l'albero di natale.
È stato molto divertente e bello!

24.11.10

ネズミにひかれる I topi mi tirano

ある日、語学学校の先生、エンリコちゃんが、宿題をくれた
「自分の国の迷信を調べて書いてきてね。その由来も調べてね」

「迷信」

日本にあるのは、葬式や一人での墓参りの後は家の玄関で塩をまくとか(霊がひっついて来るから、塩であっちへ行ってもらうのだ)、お盆の後に海や川で泳いだらアカンとか(幽霊が足を引っ張って溺れさせるからと言うが、夏は台風や洪水が多く発生するので海や川は荒れるのだ)そう言うのを思い出す前に、なぜか慣用句「ネズミにひかれる」がボンと頭に浮かんだ
慣用句は宿題の対象じゃない、でもこの話を誰かにしたい!
そうや、ブログや、アタシにはブログがある!ブログに書いたらええんやー!

と言うことなんです。

さて、検索してみて下さい、「ネズミにひかれる」

このフレーズ、うちのおばあちゃんがよく言っていた
子供の頃、親と兄とお出掛けする時、よくおばあちゃんが一人留守番をしていたのを思い出す
その時、おばあちゃんが私達に
「あー…ネズミにひかれるわぁ~」とつぶやいていた
「おばあちゃん、ネズミにひかれんとってね!」とお願いして出掛けていた

「ネズミにひかれる」
意味は、退屈する、一人ぼっちになって寂しさを感じるなのだが、それを知らなかった私と兄は外から帰るなり
「おばあちゃん、ネズミにひかれへんかった!?」と心配しながら尋ねていたもんだ
二人とも、この本当の意味を知らず、ネズミ達がおばあちゃんを引っぱりに来ていると想像していたのだ
それを知ってかしらずか、おばあちゃんは
「うーん、ひかれたよ。ちょっとだけね。でも大丈夫よ」
と答えていた
私の頭の中はいつも、一人座っているおばあちゃんの服の裾をネズミ達がグイグイ引っ張っている映像でいっぱいだったのだ


Un giorno Enrico-chang, che è il mio insegnante alla scuola di italiano, mi ha assegnato un compito.
Lui ci ha detto: "Raccogliete le superstioni del vostro paese e scopritene l'origine."

"Superstizione"

In Giappone esistono tante superstizioni, per esempio, dopo che si è stati a un funerale o al cimitero, quando si torna a casa, prima di entrare, occorre gettare del sale alle proprie spalle (per evitare di essere seguiti dai fantasmi!). Poi, dopo l'"Obon" (nota di Giova-chang: "L'Obon è l'equivalente della nostra "Festa dei morti"), non si deve nuotare in mare o nei fiumi (perchè si dice che gli spettri afferrino le persone per i piedi trascinandole sott'acqua. Infatti d'estate ci sono parecchi tifoni e conseguenti alluvioni). Prima però di tutto questo, mi è venuta in mente un antico modo di dire: "I topi mi tirano...".
Questo non c'entra con il compito che mi era stato assegnato!! Però voglio raccontarvelo lo stesso!!

Ecco, il MIO blog!! Scrivo un post di questa cosa!!

Questa espressione la ripeteva spesso mia nonna. Quando da bambina uscivo di casa con mia madre e mio fratello, la nonna restava a casa da sola.
In quel momento la nonna ci diceva "Mi tirano i topi...".
Noi le rispondevamo: "Non farti tirare, per favore!"

"I topi mi tirano..."
Vuol dire "Annoiarsi" o "Sentirsi tristi per essere rimasti da soli". Ma io e mio fratello non conoscevamo il significato di queste parole. Perciò, ritornati a casa, chiedevamo sempre alla nonna: "I topi sono venuti a tirarti?", preoccupandoci.
Io e mio fratello, non conoscendo la verità, immaginavamo proprio che la nostra nonna venisse assalita e tirata da tanti topi.
Non ho mai saputo se mia nonna sapesse che noi la prendevamo alla lettera. E ci rispondeva: "Mi hanno tirato un pò... ma tutto bene!"
La mia testa si riempiva di immagini di tanti topi che tiravano l'orlo del vestito della nonna rimasta seduta da sola in casa.

にほんブログ村 海外生活ブログへにほんブログ村 海外生活ブログ イタリア情報へ

20.11.10

口座の開設を嫌がる銀行 La banca che detesta aprire i conti.

イタリアに住むにあたり、私には大きな夢があった

「Monte dei Paschi di Siena」銀行に口座を作ること、だ

すでに何度も書いているように、シエナが大好き

「Monte dei Paschi di Siena」はシエナの銀行なのだ

どうでもいいかもしれないが、これがその銀行のサイトである
http://www.mps.it/

そしてここが、シエナにある「Monte dei Paschi di Siena」本店である
Piazza Salimbeniという広場の奥に入り口が見える


この建物の奥には、銀行の博物館がある
大昔からの通帳、誰にいくらを貸しただの、預かっているだのと言うノートが残されている
建築もなかなか美しく贅沢で、かといって、いやらしくもない
(この博物館はいつも開放されているわけではないので、まずは直接問い合わせされることをオススメする)

と、こんな美しい銀行に口座を開きたい・・・かなり大きな(?)希望を持っていた
ここまでが前置きである

さて、家の近くに「Monte dei Paschi di Siena」の支店がある
安直にここで口座を開くことにした
ジョバちゃんが前もって、必要書類を電話で聞いてくれた
なんせ私はここでは外国人である 必要書類だってちょっと癖があるに違いないのだ
イタリア人の割には前以って、いろいろと考えられるジョバちゃん

ジョバちゃんが銀行の支店長へ電話をかけた
「ボクの彼女が口座を開きたいんだけど 日本人なんだけどね」
「なんで口座を開く必要があるの?その人、働いてるの?学生? 何の為に使うの?」
「・・・」
なぜそこまで聞くのか?
いろいろと話をしているうちに、つい数日前に他国籍の人が口座を開き、そこへ送金したもののお金が届いていないとクレームが来たそうなのだ
外国人相手で海外送金でと面倒が続いた直後、ジョバちゃんが電話をかけたのである

といっても、こっちは全然悪くない
銀行からしたら、お客さんなのに、なぜ「なんで口座を開く必要があるの?」とまで聞かれなアカンのか
はじめから雲行きが怪しい
かといって、ここで弱気になってはいけないのがイタリアだ、と私は勝手に思い込んでいる

さて、支店長が逃げないようにジョバちゃんは日時の約束まで取り付け、二人で銀行へ乗り込んだ
電話で愛想の悪い支店長、直接会ってみると・・・

やっぱり愛想悪い

愛想の悪い支店長は、目の前でパソコンをいじりながら、持ってきた書類で通るかどうかとブツブツいいながら手続きをしていく

やけに時間がかかる

支店長が席をはずした瞬間、ジョバちゃんにこう言った
「この人、口座開いて欲しくないんやろ。もういいやん、ジョバちゃんと同じ銀行で口座作るから、そっち行こうよ」
「でももう、いろいろ手続き始めているから今は言えないよ」
「・・・納得いかない」

イタリアの銀行は日本のそれと違い、口座維持費が取られる
毎月取られるのである
「こんな愛想の悪い支店長のいる銀行にお金を取られるなんて」
イライラしてきた
吐き出すかのように、もう一度ジョバちゃんに言う
「よそ行こうよ あの人、嫌々やってるよ」
「無理~」

なんだかんだといいながら、時間は経ち、ついに口座を開くことが出来た
ネットバンキングもでき、さらに数日待つと、「BANCOMAT」という、日本で言うデビットカードが手元に届く
イタリアではクレジットカードよりもこの「BANCOMAT」が主流らしい
もちろん、その「BANCOMAT」には「Monte dei Paschi di Siena」と書かれているのである
さっきのイライラはすっかり忘れ、ルンルンになってきた

が、また支店長がヘマをした
その送り先の名前「ジョバちゃん方」を
「Givanni」と打ち込んでしまったのだ
完全に「O」が抜けて「ジバンニ」になっているじゃない!
客の名前を間違うとは!とイラッとしたものの、ジョバちゃんは「いいよ」と軽く流している

この銀行で果たしてよかったのか・・・頭の中で納得しない理由がグルグルと勢いよく回る

こんな思いも、「BANCOMAT」が手元に届くと写真を撮ってしまうほど晴れやかになり、さらにシエナに行くと「シエナに手数料を取られていると思えば腹立たへんわ」と割り切れるのである
そんなもんか


Da quando ho deciso di vivere in Italia avevo un grande sogno.

Aprire un conto corrente al Monte dei Paschi di Siena.

Come ho già scritto tante altre volte, io amo moltissimo la città di Siena.
Monte dei Paschi di Siena è la banca di Siena. (nota di Giova-chang: "questa mi sembrava facile!")

Forse per voi non è importante ma questo è il link al Monte dei Paschi di Siena:
http://www.mps.it/

E qui sopra c'è la foto della sede centrale di Siena di questa banca. (nota di Giova-chang: "Banca che la nostra amica Clara chiama... La banca della Mafia!")
In questa foto si vede l'ingresso sul fondo della Piazza Salimbeni. All'interno del cortile dell'atrio di questo palazzo si trova un museo sulla storia del Monte dei Paschi.
Qui ci sono degli antichi libri contabili dove sono segnati nomi, cifre e date di prestiti e conti.
Questo palazzo è molto bello e sfarzoso ma non volgare.
Purtroppo questo museo non è sempre aperto. Per visitarlo occorre prenotare la visita o comunque informarsi sugli orari.

Così io avevo questa grande speranza di poter un giorno aprire un conto su questa banca. Tutto ciò che ho scritto finora era solo un'introduzione. Ora viene la VERA storia.

Allora, dato che vicino alla casa mia e di Giova-chang si trova una sede del Monte dei Paschi di Siena, ho semplicemente deciso di aprire un conto lì.

Ma prima di fare ciò, Giova-chang ha telefonato alla banca per assicurarsi che avessimo tutti i documenti necessari per aprire il conto.
Io sono una straniera, qui in Italia, perciò eravamo sicuri che servissero delle particolari documentazioni per aprire un conto.
Benchè sia italiano, Giova-chang è capace di pensare bene prima di fare le cose. (Nota di Giova-chang: "Questo è un classico commento razzista di Yoko e per una volta non voglio difenderla! Yoko è DAVVERO una giapponese razzista!")

Allora Giova-chang ha telefonato alla banca parlando con un responsabile.
E Giova-chang dice: "La mia fidanzata vuole aprire un conto corrente da voi. Lei è giapponese."
E l'impiegato gli domanda: "Perchè lei vuole aprire un conto da noi? E' studente o lavora? Come movimenterà il conto? A cosa gli serve?" (Nota di Giova-chang: "Volevo rispondergli che Yoko avrebbe usato il conto per pulire i soldi sporchi della Yakuza... ma poi ho capito che era meglio non dire nulla!")
E Giova-chang: "..." (nota di Giova-chang: "Yoko vuole dire che sono rimasto senza parole... come congelato!")
Ma perchè quell'impiegato ha chiesto tutte quelle informazioni, mi chiedo?
Parlando con lui, Giova-chang ha capito che qualche altro straniero aveva aperto in passato un conto presso quella sede utilizzandolo per spostare grosse somme di denaro. Ma c'erano stati dei problemi e alla fine i soldi non erano mai arrivati.
La telefonata di Giova-chang è arrivata proprio dopo questo casino.

Ma non è colpa nostra! Secondo la banca noi siamo dei nuovi clienti perciò non avevano ragione di essere così sospettosi e farci tutte quelle domande.
All'inizio, quindi, le cose avevano preso una brutta piega. (Nota di Giova-chang: "Casino? Brutta piega? Ma dove ha imparato Yoko tutte queste parole gergali?!")
Ma non devo scoraggiarmi: questa è l'Italia! Questo penso io di solito. (Nota Giova-chang: "Veramente questa è una frase che dico sempre IO! E Yoko me l'ha rubata!")

Per non farci respingere da questo antipatico impiegato, Giova-chang ha fissato un appuntamento per parlarci direttamente. Quindi siamo andati entrambi in banca.
Al telefono lui era molto antipatico ma dal vivo...
...era UGUALMENTE antipatico!

Questo antipatico signore, guardando sul computer e bisbigliando se si poteva o meno aprire il conto, inseriva intanto i miei dati nella pratica di apertura.
Ma c'è voluto tanto tempo perchè non era mai sicuro di quello che stava facendo e se si poteva farlo.

Quando questo tizio antipatico si è allontanato per un momento ho detto a Giova-chang: "Questo tipo non mi vuole fare aprire il conto! Va bene, lo apro alla tua stessa banca. Andiamoci ora!"
E Giova-chang mi ha risposto: "Ma Yoko, ha già iniziato a inserire i tuoi dati. Non possiamo andare via adesso."
Io dico: "Non mi convinco!!!"

Diversamente dalle banche giapponesi, in questa banca italiana occorre pagare un canone mensile per avere un conto. Mensile!!!
Questa banca in cui lavora questo antipatico impiegato mi ruba anche i soldi!!!
Perciò mi sono molto innervosita!
Per sfogarmi ho detto di nuovo a Giova-chang: "Andiamo SUBITO alla tua banca! Questo tizio lavora male e senza voglia!"
E Giova-chang risponde: "Ma Yoko, non è possibile!"

Sfogandomi contro Giova-chang il tempo è passato in fretta e alla fine ho potuto aprire il conto.
Ora posso controllare il mio conto tramite internet e dopo qualche giorno mi arriva il bancomat. In Italia si utilizza il bancomat più della carta di credito.
Sul bancomat è segnato "Monte dei Paschi di Siena".
Alla vista di questo ho subito dimenticato lo stress e sono diventata immediatamente felice!

Ma ancora questo tizio ha fatto qualche casino.
Quando doveva inserire l'indirizzo a cui spedire il bancomat ha messo quello della casa di Giova-chang scrivendo "Givanni" dimenticandosi una "O"!!!
Come è possibile sbagliare il nome di un cliente?! E così mi sono di nuovo innervosita.
Mentre Giova-chang, tutto calmo, diceva "Va bene" come se non fosse nulla di importante.

Ora mi domando: Ho fatto bene a scegliere il Monte dei Paschi di Siena?
Dentro di me si agitavano tante ragioni poco convincenti.

Con questi ricordi, quando mi è arrivato il bancomat, sono stata ugualmente felice. Così ho fatto una foto alla mia nuova carta. E anche quando sono andata a Siena ho detto: "Va bene farsi rubare i soldi da Siena!". Nell'affermarlo ero molto decisa.

Evidentemente il trauma di questa brutta esperienza non era così profondo e grave.

16.11.10

ハエは、おばあちゃん? La mosca è la nonna?

今日も、ジョバンニのマンマのお話

ある週末、お昼を頂いていた時、一匹のハエが食卓の上をブンブン飛んでいた
ジョバのマンマが言う「あらぁ、このハエねぇ、おばあちゃんなのよっ」
このハエが、マンマのお母さんの生まれ変わりだとおっしゃる。
ハエは、ハエ。

程よく小さいこのハエ、たいして気分を害する事なくブンブン飛び続け、存在をアピールする
また、マンマが言う
「このハエは、おばあちゃん」
いいえ、ハエは、ハエ。

ある時、ハエがどっかへ消えた
マンマはちょっと寂しげでさらに心配気
私はジョバにつぶやいた
「今、食事に行ってるねん、ウ%$食べに!」


Anche oggi parlo della mamma di Giova-chang.

Un giorno di un fine settimana, stavamo pranzando dai genitori di Giova-chang, quando è comparsa una mosca che ronzava in circolo sopra la tavola.
E la mamma di Giova-chang ha detto: "Ah, quella mosca è la nonna!"
Lei era convinta che quella fosse sua madre morta, incarnatasi nella mosca.
Ma la mosca è la mosca. (nota di Giova-chang: "Sarà strana mia madre, ma anche Yoko, quando dice queste frasi, non sembra completamente normale!)

La mosca, che non era troppo grande, ronzava senza infastidire troppo ma, semplicemente, attirando l'attenzione come a dire "Ehi, sono qui!"
Perciò la mamma di Giova-chang ha detto nuovamente: "Questa mosca è la nonna!"
No, la mosca è la MOSCA! (nota di Giova-chang: "Comincio ad avere paura!")

Ad un certo punto la mosca è scomparsa. A quel punto la mamma di Giova-chang sembrava preoccupata e un pò triste per la sorte della mosca.
Allora io ho bisbigliato a Giova-chang: "Tranquillo, è solo andata a mangiare la cac..."

14.11.10

肉まんへの道 La strada per Boazi

肉まんへの道
家でも気軽に作れる肉まんの本を買った
きっかけは、Porta Venezia近くのモンゴル・レストランで食べた肉まんが、私の期待を大幅に裏切ったことだ 生地が固い上、中のお肉もまずかった。そして、そのくせめっちゃくちゃ高かったのだ!
(それは私が「けち」だから!→私の「けち度」の確認はこちらから)
食べ物の恨みは深く、そして長い
この本は、わざわざ日本から旅行でやってくる友達に頼んで、持ってきたもらったのだ



さて、いくら家でも作れるといっても、まずはこの白いパンの生地を成功させないと、理想の肉まんへはたどり着けない
(まるで一大プロジェクトのように語る)

1回目は、なんと手順を丸ごと1ページぶっ飛ばしたので、固い&まずいパンが出来た
まるで罰ゲームのように、ジョバちゃんと二人で胃の中へ片付ける
ここで悔しさを養うのだ!次は絶対に成功するぞ!

2回目、「今日は出来る気がするぜ」という根拠のない自信がフツフツとわきあがり、作業へ入った
美味しい! これがその写真




ジョバちゃんと一気に平らげた
作るのには数時間、食べるのには数分
おいしい物は単純に、人を幸せにするものだ

よっしゃ、次は小龍包だ!



Ho comprato un libro per cucinare il Boazi e la cui preparazione è abbastanza semplice anche a casa.
Ho acquistato questo libro dopo che avevo mangiato il Boazi ad un ristorante di porta Venezia, a Milano, specializzato in cucina mongola.
Ma questo Boazi mi ha deluso moltissimo. La pasta era troppo dura e la carne del ripieno aveva un cattivo sapore. E poi era addirittura carissimo!!!
(perchè sono avara! E se volete sapere "quanto", dovete solo guardare questo link:io sono avara)
In Giappone si dice che il risentimento provato dopo una brutta esperienza legata al cibo è profondo e si rammenta molto a lungo.
Per avere questo libro ho chiesto ad una mia cara amica che veniva dal Giappone di portarmelo.

Secondo questo libro fare Boazi a casa è semplice, ma io credo che la prima condizione per fare dei buoni Boazi sia fare una buona pasta. Altrimenti non posso raggiungere il mio "Boazi ideale" (nota di Giova-chang: "Il... Cooosa!?").
(racconto questa storia come se stessi parlando di qualcosa di grandioso!)

La prima volta che ho provato a fare la pasta ho saltato incidentemente una pagina intera. E così ho fatto una pasta dura e disgustosa.
Così ci siamo riempiti a forza la pancia di questa pasta cattiva. In questo modo, però, abbiamo fatto crescere il dispiacere per aver cucinato male, così la prossima volta staremo più attenti! (nota di Giova-chang: "Perchè Yoko parla al plurare? È Yoko che ha cucinato male! E, soprattutto, se è lei che ha sbagliato, perchè ho dovuto mangiare io la maggior parte dei Boazi cattivi?!")
La seconda volta avendo, anche senza ragione, maggior fiducia in me stessa sulla riuscita dell'impresa, ho cominciato a fare il veeero Boazi.
Che buooonooo!!! Qui sopra la foto dei Boazi.

L'ho portato a tavola e con Giova-chang lo abbiamo fatto sparire subito!

Per cucinarlo ci vogliono alcune ore ma per farlo sparire bastano pochi secondi. I buoni piatti rendono semplicemente più felici.

Perciò la prossima volta ho deciso di fare anche i Xiaolongbao (quasi uguali ai Boazi ma più piccoli e più facili da fare)!

にほんブログ村 グルメブログ ローカルフードへにほんブログ村 海外生活ブログへ

10.11.10

20ユーロ拾った! Ho raccolto 20 euro!

今日はいい日だ
ヴァレリアちゃんと行きつけの5ユーロのピアディーナ・セットを食べた後、お店を出ようとしたその時!!

(もう1回)んその時~~~ぃ!!!!

お店の入口に20ユーロ札が落ちているのを見つけた!!
おお、きらめくお札

いつも、「お金落ちてないかなあ」なんて思いながら歩いていても、落ちていることなんてないのに
このイタリアで、お金が落ちているとは!!
(何を考えて歩いているのか)

翌日、ヴァレリアちゃん、サエコちゃんとこれで5ユーロピッツァを頂いた


Oggi è stata una bellissima giornata!
Mentre uscivo dalla solita piadineria a 5 euro con la mia amica Valeria, in quel momentooo!!!

(ancora una volta) in quel momentooo!!!!

...ho trovato 20 euro all'ingresso del negozio.
Oh, che brillantissimi questi 20 euro!
Ogni giorno camminando penso "qualcuno ha lasciato i soldi per strada"...

...ma di solito non ci sono soldi per strada.
Ma, qui in Italia li ho trovatiii!!!

(Questo è quello a cui penso quando cammino)

Il giorno dopo con Valeria e Saeko abbiamo mangiato la pizza a 5 euro.

8.11.10

ミラノの骨 Le ossa di Milano



ミラノの中心地から程近いところに Chiesa di San Bernardino alle Ossa という教会がある
何せ私はミイラや骨が大好き
この教会には、骨がいっぱいの部屋があるのだ
まじまじと見ていると、人の骨で壁に模様を作ったり飾り付けしたりと「他人の骨で遊んでるで」とも思える

ミラノのガイドに詳しいリリアナによると、この骨の隙間に願い事を書いた紙を挟み込めば、恋愛がかなうとか

さて、私がなぜミイラや骨に見とれるのか、というと
日本では「火葬」が一般的で、各自治体によっては法律によりそれが義務付けられている
ということで、人の骨、ミイラに日本で出会うことはまず難しいのだ
初めてミイラを見たのはパレルモのカタコンベ
その内容も感動したが、その前に、そこの入口で入場料を受け取る二人のカプッチー二が忘れられない
二人とも、生きてはいるがほぼミイラのような様相
乾ききった皮膚に赤茶色のカプッチョをかぶり、片足はあの世に完全に入っている雰囲気
それでも入場料の計算だけはシッカリとしている
「中は撮影禁止やからカメラは置いていかなあかんの?」と尋ねる観光客に
「カメラは持って入って、写真を撮らへんかったらエエ」と答えていた
客を信用しているのではなく、仕事の数を減らしたいから、という風に見て取れた

さて、中に入った。ここのミイラは服を着ているものもおり、微笑んでいるようにも見える。彼らは滑稽に見え、死んでもまだその世界を楽しんでいるように見えた

そして初めて骨を見たのはパリの地下にあるカタコンベ
ここは骨がいっぱいの地下道をずんずんと進んでいくのだが、あまりにいっぱいいあると、「骨」に見えなくなる しまいには歩き疲れて骨なんてどうでもよくなるのだ

ということで、ミイラと骨のマイナー所の情報求む!

Vicino al centro di Milano si trova una chiesa chiamata di "San Bernardino alle Ossa".
Dovete sapere che a me piacciono moltissimo le mummie e gli scheletri.
In questa chiesa c'è una sala piena zeppa di ossa.
Se si osserva con attenzione si può vedere che nel comporre questi resti sono state create delle decorazioni e dei disegni fatte appunto di ossa umane. L'impressione che ho avuto è che chi ha fatto ciò stesse giocando con le ossa di quei poveretti.

Secondo Liliana, che conosce bene Milano, se si mette tra queste ossa un cartiglio con scritto un desiderio d'amore, lo si realizzerà.

Dunque, ora vi spiego perchè sono così affascinata da scheletri e mummie.
In Giappone l'unico metodo di sepoltura consiste nell'essere cremati. Ciò per tradizione e religione ma, in alcuni comuni, è anche un obbligo di legge.
E così in Giappone è rarissimo vedere delle ossa o, tantomeno, una mummia.
La prima volta che ho visto delle mummie è stato in Sicilia, nelle catacombe di Palermo.
Ricordo che ero molto emozionata, fin dall'ingresso delle catacombe, dove ad accogliere i visitatori si trovavano due frati cappuccini.
Tutti e due erano vivi e vegeti, ma sembrano comunque già delle mummie.
Rammento che avevano la pelle particolarmente asciutta e con il volto seminascosto da un cappuccio di colore marrone-rosso. Sicuramente loro avevano già un piede nella fossa.
Tuttavia erano più che svegli quando si è trattato di contare i soldi dei biglietti.
Un turista ha chiesto: "La fotocomera la si deve lasciare fuori perchè dentro è proibito fotografare?"
Loro gli hanno risposto: "Porti la fotocamera, basta che non la utilizzi".
Io penso che gli abbiano detto questo per non dover lavorare di più, tenendo le fotocamere, invece di fidarsi dei visitatori.
E dopo di ciò sono entrata nelle catacombe. Qui si trovano delle mummie con indosso degli abiti e ho avuto l'impressione che qualcuna di loro stesse sorridendo.
Per me le mummie sono tutte buffe. Anche se sono morte, nel loro mondo si divertono.

La prima volta che ho visto degli scheletri, mi trovavo invece nei sotterranei di Parigi. Qui è pieno di ossa e occorre camminare per una grande distanza. Ma proprio perchè sono così tanti, non si riesce a distinguerne i singoli. E' come camminare in un paesaggio di ossa umane. Alla fine ero così stanca che non mi importava più degli scheletri.

Se volete darmi altre informazioni meno note su scheletri e mummie mi farete felice.


にほんブログ村 海外生活ブログへにほんブログ村 海外生活ブログ イタリア情報へ

3.11.10

断ったはずなのに Ho rifiutato ma...

ジョバちゃんのマンマは面白い、という事はすでに皆様、ご存知の通り

それについての詳細は>>こちら ゆっくり話せば分かる?

ある日、ジョバちゃんが「胃が痛いの」と言うので実家近くのお医者さんへ行った
約五分の診察で、ジョバちゃんは「あれとこれと、」と沢山の食事制限を受け、ちょっとぼんやりとした顔で診察室から出て来た
「ぼく、日本食を先生に愚痴りたかったのに"健康でいいやんか!"と一蹴された」
ジョバちゃんはお肉が大好き。分厚いステーキには目が無い
それに対して先生の言う食事は脂っこいのは少なめ、コーヒーも減らして、野菜をいっぱいという、日本食そのものであったのだ


しかも、頭痛持ちのジョバちゃん「歯を治せば頭痛も減少するよ」とかねてから私がジョバちゃんに言っていたフレーズをそのまま先生にも言われた
これで、渋っていた歯の治療にエンジンをかけられると言う訳だ。今日は何と良い日や!!

その後、マンマがお昼ご飯を用意してくれ、もくもくと頂いていた
お昼だから、お水を飲もう。ジョバちゃんも胃が痛いんだし、このあと仕事だし、やっぱりお水
食事を始めてしばらくすると、マンマが
「アタシ、ワイン好きなのよねっ 白ね、白」とルンルンしている
そして続けざまに「あんた達、いらないの?」
ジョバちゃんはもちろん飲まない。私も平日だし、断った
と、これでワインの話は終わったと思ったら、マンマは立ち上がり小さなワイングラスを私の前に「トン」
ワインをつぎ始めたではないか!
さすがにジョバちゃんと私は凍りつく
「いらんて、言うたやん…」

「え、洋子、飲めないの!?」
"飲める飲めない"ではない…
良いタイミングでジョバちゃんが言う
「今は"飲みたくな"いの」
そして、マンマはそのワインも飲み干した
残念そうでなく、さも嬉しげに。


La mamma di Giova-chang è una persona allegra e divertente. Questa è una cosa che tutti sanno.

Guardate qui! >>Se si parla lentamente,ci si capisce?

Un giorno Giova-chang mi ha detto di avere mal di stomaco. Perciò siamo andati dal suo dottore di famiglia che si trova vicino alla casa dei suoi genitori.
Appena cinque minuti dopo che essere entrato dal medico, Giova-chang ne è uscito con un'espressione sognante. Il dottore gli aveva dato una dieta con scritto ciò che poteva mangiare e ciò che era meglio evitasse.
Giova-chang dice: "Io volevo parlare male dei cibi giapponesi ma il dottore mi ha subito interrotto dicendo che questi fanno benissimo alla salute".
In questo modo il medico ha sconfitto facilmente Giova-chang.
A Giova-chang piace tantissimo la carne, infatti quando si trova davanti a una bistecca spessissima perde subito la testa.
Ma il medico gli ha consigliato di mangiare meno grasso, prendere meno caffè e assumere tante verdure. Questo è proprio il pasto giapponese.
Giova-chang ha inoltre spesso dei forti mal di testa. Per questo il medico gli ha detto che dovrebbe curare meglio i denti. Facendo ciò, i mal di testa spariranno. Lo stesso che gli dicevo anche io da molto tempo! Così ora posso mettere in moto il mio piano per curare i denti di Giova-chang! Oggi è un bellissimo giorno!!

E dopo la visita siamo andati dai genitori di Giova-chang dove sua madre ci ha preparato il pranzo.
Dato l'orario ho preferito bere solo dell'acqua invece che del vino. Anche Giova-chang che ha mal di stomaco e che deve lavorare dopo il pranzo ha preso solo dell'acqua. Dopo un pò che stavamo mangiando, la mamma di Giova-chang dice: "a me piace il vino bianco!!! bianco!" Mentre pronunciava queste parole sembrava molto emozionata. E poi, in seguito, ci ha chiesto se lo volevamo anche noi.
Certamente Giova-chang non lo voleva e neppure io, visto che si trattava di un giorno feriale.
Credevo che con ciò il discorso sul vino fosse terminato ma mentre pensavo questo la mamma di Giova-chang si è alzata ed è andata a prendere un bicchierino e me lo ha messo proprio davanti facendo un sonoro "tump!".
E poi ha cominciato a versarci il vino.
Davanti a questa scena siamo tutti rimasti di sasso.
E io ho pensato: "avevo già rifiutato!"

Ma la mamma di Giova-chang mi ha detto: "Yoko, non puoi bere?!"
E dentro di me ho pensato: "Non c'entra se posso o non posso bere..."
Al momento giusto Giova-chang ha detto: "Adesso non VUOLE bere!"
Così la mamma di Giova-chang ha bevuto da sola tutto il vino che mi aveva versato. Però non sembrava affatto dispiaciuta, anzi...