30.10.10

ムリノビアンコのポイントゲット (其の四 Raccolgo i punti del mulino bianco quarta parte

前回のお話
>>「ムリノビアンコのポイントゲット」
>>「ムリノビアンコのポイントゲット (続編」
>>「ムリノビアンコのポイントゲット (其の三」


やた~!
ムリノビアンコのピクニックバッグと敷物が届いたぞ~~
まさか、本当に届くとは。イタリアがタダで物をくれるとは!!
ああ、ジョバちゃん、本当に応募用紙を送ってくれたんだねぇ ありがとねぇ
(まだ疑り深い)
しかもジョバの実家に届いたものを、ジョバちゃんは仕事を早めに切り上げて、わざわざ取りに行ってくれたのだ
実家までは往復で最短でも2時間ほどもかかる!
私がどれだけこの賞品を待っていたのかを分かってくれているから出来る技!(それなのに、疑り深い)





しかし、もう冬
今、ピクニックをしたら、もう1回風邪をひいてしまう
春が待ち遠しい・・・

Raccolgo i punti del mulino bianco 
>>Prima Parte
>>Seconda Parte
>>Terza Parte

YEAHHHHhhhh!!!
Mi sono arrivati la borsa e la tovaglia del Mulino Bianco!
Non immaginavo che me le mandassero davvero!
L'Italia mi da' delle cose gratuite!!!
Ah, Giova-chang, allora veramente tu avevi mandato quei punti del Mulino Bianco!?
(Sono ancora molto sospettosa!)
Addirittura uscendo prima dal lavoro Giova-chang è andato in treno alla casa dei suoi genitori dove avevamo fatto arrivare il pacco per prenderlo! Ci vogliono minimo due ore per andare e tornare dalla città dove abitano (nota di Giova-chang: Ci "vorrebbero" solo 2 ore, se non fosse che mi sono addormentato in treno e mi sono svegliato due città dopo, dove ho aspettato un ora il treno del ritorno!).
Giova-chang sapeva quanto io aspettassi con ansia questi regali! (Eppure sono ancora sospettosa!)

Ma adesso è già Inverno.
Se faccio pic-nic adesso prenderei certamente di nuovo il raffreddore.
E la primavera mi sembra così lontana...

28.10.10

ロマンティックで風邪 Il raffreddore per colpa del romanticismo

10月はじめ、もうすぐジョバちゃんの誕生日、一体何をしようか、と考える
・・・思いつかない

そうだ、ジョバちゃんに直接聞いてみよう!
「なんか欲しいものある~?」
「ないよ、何もしてくれなくっていいよ。洋子がいるだけでいいよー」
このロマンティックな言葉を私はこう理解した。
「ないない ないよ~」
ないのか。物質はダメなのか

そうだ、ジョバちゃんはハンバーグが大好きである!
「ハンバーグなんてどう?」
「その日はお昼に仕事兼ランチで人と食べるから夜は軽いものがいいなぁ」
あら困った

いつものCOOPのお花コーナーを覗く
「あ、これにしようか」
白いカーネーションが3束ある
家に花瓶はないが、プラスティックのお水用のピッチャーで代用しよう

ジョバちゃんが帰ってきて、お花に大満足

現実的思考を持つ私には、これだけで十分やりすぎ
お陰で喉が痛みだし、風邪をひいた
重症だ


Era l'inizio di ottobre e si avvicinava il compleanno di Giova-chang. "Che faccio!?". Ci ho pensato a lungo ma non mi veniva neanche un'idea.

Allora chiedo direttamente a Giova-chang!
"Che vuoi per il tuo compleanno?"
Giova-chang risponde: "Niente, non c'è bisogno che mi regali nulla. Se già tu il più bel regalo che potessi desiderare!"
Ma io ho inteso questa frase romantica in un modo diverso: "Non c'è bisogno che gli regalo nulla!"
Poi, pensandoci meglio, ho capito che non gli interessava ricevere un regalo fisico.

Allora mi sono ricordata che a Giova-chang piace tantissimo l'hamburger che gli preparo io.
"Ti va hun amburgher?" gli ho chiesto.
Ma Giova-chang mi ha risposto che quel giorno aveva già un appuntamento per il pranzo e che perciò sarebbe già stato sazio a cena. Preferiva quindi mangiare qualcosa di leggero.
Accidenti!

Per fortuna quel giorno dovevo andare alla "solita" Coop, dove ho visto una zona piena di piante e fiori.
"Prendo questo!"
Erano tre mazzi di garofani bianchi (nota di Giova-chang: Yoko non sapeva e non sa ancora adesso che i garofani sono i fiori dei morti!)
Sapevo che a casa non c'era però nessun vaso in cui metterli. Ma abbiamo una caraffa di plastica. Decido di usare quella come vaso.

Quando Giova-chang è tornato a casa è stato molto contento dei garofani. (nota di Giova-chang: in realtà ero contento che Yoko mi aveva fatto un regalo romantico...)

Fare tutto questo, per me che sono una persona molto realista, è stato molto (anzi, troppo!) difficile!
Grazie a questo sforzo di romanticismo ho cominciato ad avere mal di gola e mi è venuto il raffreddore. Che malattia grave!

24.10.10

人生初の"救急病棟 ER"はイタリアで La prima volta della mia vita al pronto soccorso e in Italia

私は生まれてこの方、入院も手術もしたことのない健康そのものの体の持ち主である
骨も折ったことがなければ、体のどこかを縫った事もない
(といってもよく風邪はひく)
ただ、一般的日本人と同じで、「抗生物質漬け」である

「抗生物質」、日本人が「早く治して仕事をしないといけないから」と多用する、アレである
そしてここイタリアでは、なかなかこの「抗生物質」をくれない
風邪をひき、なかなか治らず、医者へ行ったときは
「自力で治すのです、そうしなければ貴方の体が”治り方”を忘れてしまいます」
説教を処方され、しぶしぶと「ヴィックス ヴェポラップ」を胸に塗り塗りしたこともある

話はそれたが、そんな健康な私が人生で初めての「救急病棟 ER」をここ、イタリアでしてしまった
(自発的に利用するところではないので、「してしまった」となるのだが)
この度で学んだことは「イタリアで瀕死の状態になったら、死を覚悟」である
コモのジョージ・クルーニーを呼べば何とかなるのか、それとも彼はERについては触れて欲しくないのか?
(来てくれるわけないやん)

あれは確か、4月の下旬
そろそろ世の中が春になったあの頃

「なんか暑いなぁ 胸がジリジリするなぁ」
そう思いつつ、放置して2日
治ると思ったら治らない
「これはどうなんだろうか」そわそわし始める
そして、ジョバンニに告げ、日本の母にも告げる
「胸が痛くて熱があるねん」

母 「肋骨、折れてるんじゃないの!?」
私 「え!!!?」
すぐにジョバに告げる
ジョバ 「え!?!?」
(この距離感でも同様に)焦る3人

その時は金曜日、午後
いつも行っている日本人医師は当然休み
会社を早退して帰ってきてくれたジョバ、その片手には近くの病院の地図を握っている
私も保険会社に電話し、もう一つの病院の住所を握った

さて、ジョバの見つけた病院へタクシーでいざ到着!
日本の病院を想像していた私
5分後には医者が問診をしてくれているはずだ!

と思ったら、

「他へ行って」

たらいまわしだ!

日本で問題となっている”たらいまわし”に、私が、イタリアで遭うとは
「イタリアではこれが普通だから」
とジョバちゃんが慰めてくれる
落ち込むのは無駄なので、すぐに次の病院へ向かう
次の病院はミラノの北西にある「San Raffaele」という私立病院だ
AIUの保険会社の案内の通り、施設も美しい

「Pronto Soccorso」と書かれた入り口へ向かう
受付を済ませ、そのまままずは簡単に初診を受ける
「いつから、どこが、どのようになってるの」
その間、その女医はずっとジョバちゃんをチラチラと睨む

一旦待合へ戻され、座って診察の順番待ち
「僕が洋子に暴力をふるったとでも思って、あの人、僕の事にらんでた…」

ぼ、暴力?
ふるっているのは、どちらかと言えば私の方
ジョバちゃんの柔らかい顔、出っ張ったお腹を毎日ひねって伸ばして楽しんでいるのだ

それはさておき、やっと診察の順番がまわってきた
大きな病院を看護師に案内され、テクテクついて行く
私を診たのは勢いのいい元気な女医であった
喋るのも早ければ、決断も早い
血液検査とレントゲンを取る事になった
まず、血液検査…大きな針をグイッと左腕に刺され、その時点で真っ青
針と血は嫌いだ
血液を奪われ、これで針を抜いてもらえると思ったら「放置」
ぎょー!いやー!抜いて〜!これこそ、暴力〜!
患者の都合は聞いてくれない
そのままレントゲン待ち、レントゲン後は結果待ち
その巨大な針は私の左腕に刺さったまま
胸の痛みは我慢しても、この針の痛みは何だか納得いかない
ストレスがグングン膨張していく

待合では「私、朝の9時からずっとここで待ってるの…」
というおばちゃんに出会う
すでに夜の7時はまわっている

廊下では「あれ?どこ行った?」
患者を見失った看護師を見かける

恐怖の病院だ。早くここから逃げないと〜!?

4時間、巨大な針とともに過ごし、やっと結果が出た
「骨は折れてない。何かの拍子に胃液が食道へ逆流し、壁を溶かしたので炎症を起こして発熱してるんだ」との説明
なるほど、超特大のクシャミをした、あの時か!
記憶は明瞭 診察結果も明瞭

ここでも、解熱剤などの薬を処方されたものの、やはり、抗生物質はもらえなかった

Non sono mai stata in ospedale, non ho mai fatto operazione, e possiedo una salute di ferro (eccezion fatta per i raffreddori che, purtroppo, mi vengono spesso!).
Ma come altri giapponesi sono drogata di antibiotici.

"Antibiotici". Noi li usiamo spessissimo per guarire in fretta e poter tornare subito a lavorare.
Ma qui in Italia, invece, non è abitudine dare facilmente questo tipo di medicine da noi molto comuni.
Quando ho avuto il raffreddore per la prima volta non sono riuscita a guarire subito e perciò sono andata dalla dottoressa.
E lei mi ha detto: "Devi guarire da sola se no il tuo corpo dimentica come si fa a guarire!". Lei mi ha dato questa ricetta/predica. Per poter respirare meglio ho allora messo il Vicks-VapoRub sul petto ma mal volentieri.

Ma forse sono andata un pò fuori tema.

Così, alla fine, io che di solito sto benissimo, sono dovuta andare (Imprevedibilmente!) al pronto soccorso qui in Italia.
(Di solito questa cosa non si fa volentieri, per questo ho scritto "Imprevedibilmente!")
Questa volta ho imparato che "se io agonizzo qui in Italia devo essere pronta a morire".
Se chiamiamo George Clooney, che vive a Como, lui mi aiuterà o non vorrà parlare di E.R. (Pronto Soccorso in Inglese)? (Ma io mi immagino che lui non verrebbe certamente!)

E' successo forse a fine Aprile.
Era appena iniziata la primavera.

"Sento un grande caldo e ho il petto che mi brucia".
Sono stata così male per due giorni senza fare nulla.
Speravo di guarire da sola, ma non è andata così.
"Che mi è successo?" Così pensando mi sono agitata.
E poi ho detto come stavo a Giova-chang e a mia madre in Giappone.
"Ho mal di petto e febbre".

E mia madre mi ha detto: "Hai preso una botta al petto e ti si è rotto un osso dello sterno!?"
Io dico: "Eeehhh?!"
Subito dico questa cosa a Giova-chang.
Anche lui dice: "Eeehhh!?"
Noi tre eravamo molto agitati (anche se eravamo divisi da così tanti chilometri!).

Quel giorno era Venerdì pomeriggio. La solita dottoressa da cui ero già andata, naturalmente non lavorava.
Allora Giova-chang è tornato prima dal lavoro con una cartina degli ospedali più vicini. Anch'io avevo chiesto alla mia assicurazione e avevo trovato un ospedale dove andare.

Allora per primo andiamo all'ospedale che Giova-chang aveva trovato.
Mentre ci andavamo io mi immaginavo l'ospedale giapponese. Dopo cinque minuti dal nostro arriva un dottore mi fa la prima diagnosi!

Ma...

"...andate in un altro ospedale!" Questo è quello che ci viene detto.

Così sono stata sballottata da un'ospedale all'altro.

Mai avrei potuto immaginare che potesse succedermi qualcosa del genere perchè in Giappone questa stessa cosa sarebbe molto più grave perchè se durante il trasferimento un paziente muore molte persone sono responsabili.
E Giova-chang mi ha "consolato" dicendo che in Italia questo è invece piuttosto normale.
Dato che era inutile lasciarsi abbattere da ciò, siamo subito andati in un altro ospedale.
Questo altro ospedale era il "San Raffaele" e si tratta di un centro privato che si trova a Nord Est di Milano.
Come la mia assicurazione mi ha spiegato è un buon posto: pulito, bello, efficente.

Siamo entrati dall'ingresso al Pronto Soccorso e mi hanno subito preso la temperatura e misurato la pressione.
Mi hanno chiesto da quanto stavo male, da dove veniva il dolore, ecc.
Chiedendomi questo la dottoressa guardava sospettosa Giova-chang.

E poi ci hanno mandato in sala d'attesa.
E Giova-chang mi ha spiegato: "Mi guardava male perchè immaginava che io ti avessi picchiata!"

"P-picchiata?!" Ho risposto.
"Io picchio Giova-chang!" Ho aggiunto.
Infatti io ogni giorno mi diverto a torcere la pancia e le guancie di Giova-chang che sono morbidissime.

Alla fine è venuto il mio turno di vedere un secondo medico. Un infermiere mi ha portato dal Pronto Soccorso all'Ospedale. Quella che mi ha visitato era una dottoressa particolarmente forte e allegra che parlava molto veloce e prendeva rapidamente le decisioni. Perciò ha deciso di farmi fare un esame del sangue e una radiografia del torace.
Prima mi hanno messo un "graaande" ago sul braccio sinistro. In quel momento sono sbiancata per il terrore. Non mi piacciono gli aghi e il sangue (nota di Giova-chang: Sopratutto il suo!).
Mi hanno rubato un pò del mio sangue e dopo di ciò io mi immaginavo avrebbero tolto l'ago, invece lo hanno lasciato dentro.
"NOOOooo! Toglietemelo! Questa è una violenza!!!"
Ma nessuno ha ascoltato le mie ragioni. Forse in Italia i dottori non ascoltano i pazienti?!
E poi siamo tornati in sala d'attesa dove abbiamo aspettato l'esito della radiografia. E dopo l'esito della radiografia, abbiamo dovuto aspettare quello del sangue.
Tutto questo mentre avevo un "enooorme" ago nel braccio.
Potevo sopportare il male al petto, ma non il male al braccio per causa dell'ago.
Questa situazione aumentava moltissimo il mio stress. (nota di Giova-chang: Stress che sfogava contro di me!)

In sala d'attesa c'era una signora che diceva "io aspetto qui dalle nove del mattino" (in quel momento erano le sette di sera!).

E in un corridoio abbiamo sentito un infermiere che cercava un suo paziente dicendo: "Eh? Dove è finito?"

Ai miei occhi era l'ospedale degli orrori. "Dobbiamo scappare subito da qui!" ho pensato.
Sono stata circa quattro ore in questo luogo con questo "gigaaanteeescooo" ago nel braccio e alla fine sono arrivati i risultati degli esami.
Questa dottoressa mi ha detto che le mie ossa non erano rotte. Ciò che è accaduto è che, forse per uno sternuto troppo forte, il liquido nello stomaco è risalito troppo in alto bruciandomi le pareti del canale digerente. Così mi è venuta un'infiammazione e la conseguente febbre.
Mi sono ricordata del momento in cui avevo fatto il "super" sternuto.
Nella mia memoria questo evento è chiarissimo. Come anche la visita di questa dottoressa.

Anche qui mi hanno dato una ricetta per delle medicine ma anche questa volta non mi hanno dato i miei "amati" antibiotici!

寝違えた Ho avuto il torcicollo

先日、日本から友達が来たので、ご飯の美味しいボローニャへ美味しいご飯を食べに行った

ボローニャにはケイコさんという私の知人が住んでおられる
ボローニャの中心地にあるビックリするデザインの噴水の前でケイコさんと待ち合わせ


ケイコさん、到着するなり「首がいたいの」とおっしゃる
寝違えはったのだ

「(寝違えると)数日痛いのよ~」とおっしゃるケイコさん
おや、私は寝違えても一日寝たら治るのに・・・と思ったら
翌日、この寝違えが私の右肩へやってきた

いらっしゃ~い

今回の寝違えはかなり痛い
サロンパスを貼って寝るが何か物足りない
と、いつものスーパーCOOPでこんなものを発見した


「湿布」である しかも2種類売っており、温湿布と冷湿布
写真は冷湿布である
この「N.1 in Giappone」の文字が光る


日本人と湿布は固い絆で結ばれているのか・・・
しかし、「no.1」と書かれると、いろんな誤解を生みそうだ、と無駄に深く考える
「日本人はよく捻挫する」のか、「寝違える」のか、それとも、「あちこちぶつける」のか
「殴り合いのケンカ」だけは、しないやろな

こんな思いに耽られる、今日も平和である


Visto che l'altro giorno una mia amica è venuta a trovarmi dal Giappone, l'ho portata a Bologna (dove si mangia molto bene) a mangiare molto bene. (mi piace come suona questa frase!)

A Bologna ho un'altra amica che vive lì e che si chiama Keiko.
L'appuntamento era in una piazza importante della città dove si trova una fontana dallo spaventoso "design".

Appena lei è arrivata mi ha detto di avere mal di collo e in seguito le è venuto il torcicollo.

Successivamente lei mi ha spiegato che quando le viene il torcicollo, le rimane per alcuni giorni.
In quel momento ho pensato: "Mmm...? Io, invece, guarisco in un solo giorno!"
Ma il giorno dopo è venuto anche a me il torcicollo sulla destra.

Benvenuto!!!

Mi faceva male tantissimo.
Per fortuna avevo un apposito cerotto antitolorifico (portato con me dal Giappone) che ho messo prima di dormire ma non mi è bastato.
Dopo sono andata alla (mia!) Coop dove ho trovato questo "Dolorelax".

E' un altro cerotto. Ne vendono addirittura due tipi.
(nota di Giova-chang: Yoko a volte si stupisce di trovare due tipi diversi della stessa cosa perchè è convinta che l'Italia sia un paese poverissimo del terzo mondo dove non c'è quasi nulla!).
Uno ad effetto caldo e un altro ad effetto freddo.
Nella foto in alto quello con effetto freddo.
(nota di Giova-chang: Ho chiesto a Yoko perchè avesse comprato quello ad affetto freddo ora che siamo in inverno e che lei soffre, ma non ho avuto nessuna risposta convincente!)
Poi ho notato una scritta che brillava sulla confezione: "N. 1 in Giappone"
Allora mi sono chiesta: "C'è un forte legame tra i giapponesi e i cerotti?"
Ma temo che questa scritta crei un malinteso. A questa conclusione sono giunta dopo aver lungamente (e invano) riflettuto.
(nota di Giova-chang: invece di lavorare!!!)
La mia paura è che gli italiani pensino che i giapponesi si facciano spessissimo male o che abbiamo sempre il torcicollo, magari perchè prendono continuamente delle botte, come se fossero molto distratti.
Voglio perciò chiarire che non è nella nostra natura essere violenti, anzi.

Immaginando tutta questa inutile storia ho sentito un grande senso di pace.
(nota di Giova-chang: Se tutto questo era "inutile" perchè io l'ho dovuto tradurre?! In questo momento non ho sentito la pace... ma la guerra!!!)

22.10.10

金魚すくい Il gioco in cui si pescano i pesciolini


日本にいる友達が、時折、「風物詩」の写真を送ってくれる
写真に写っているのは友達の王子だ 真剣な顔で金魚すくいに集中している
こうして日本人は「集中力」をやしなっているのだ(なんちゃって)
この「金魚すくい」大人になると、なつかしくなる夏の風物詩だ

この「ぽい」と呼ばれる大きなスプーンの形をした、紙の網が付いたもので金魚をすくう

この遊びの後、金魚をいくらかもらえ、家で飼う事になるのだ
家路ではママが「あんたが面倒みんのよ!」なんてこと言う
こうして子供達は金魚が入った水槽の水を代えるのを忘れたり、友達と遊ぶからといいつつ、金魚にご飯をあげるのを怠ったりと最終的には白い目をして金魚は水に浮かぶ
毎年、夏の終りには「命」を学ぶ子供がいっぱいなのだ、と思う



Qualche volta una mia amica mi manda via e-mail delle foto di eventi folcloristici o tradizionali giapponesi.
Qui sopra una che ritrae suo figlio a uno di queste fiere. Il "principino" sembra molto concentrato mentre si prepara a pescare più pesciolini possibile.
È così che noi giapponesi impariamo fin da piccoli a fare esercizio di concentrazione (sto scherzando!).
Quando si diventa adulti, non è raro sentire nostalgia di questo gioco tipico dell'estate.
Il cucchiaio utilizzato per prendere i pesciolini si chiama "poi". E' una specie di rete di carta che serve per pescarli.

Alla fine del gioco si vincono dei veri pesciolini che uno può portare a casa. Le madri glelo lasciano fare perchè pensano che sia una buona occasione per insegnare la responsabilità. Ma poi alcuni di questi bambini si dimenticano di cambiare l'acqua della boccia oppure, per uscire con gli amici, non gli danno da mangiare e alla fine questi poveretti finiscono pancia all'aria con gli occhi bianchi
(nota di Giova-chang: che immagine terribile!).

Ogni anno alla fine dell'estate tanti bambini imparano qualcosa sulla "vita", almeno questo è il mio pensiero.
(nota di Giova-chang: il mio pensiero va invece ai tanti poveri pesciolini uccisi per insegnare qualcosa ai bambini giapponesi. Spero che diventano tutti dei pesciolini zombi e tornino per vendicarsi!).


にほんブログ村 海外生活ブログへにほんブログ村 海外生活ブログ イタリア情報へ

20.10.10

イタリア☆マンマに教わった、リゾット・ミラネーゼ Il risotto alla milanese di mamma

「ブログをはじめたの」
「ブログを通して、マンマのカルボナーラのレシピを今日までに600人の日本人が見てくれたの」
それを聞いて、張り切るマンマ
マンマが会ったこともない600人の日本人が、彼女のレシピを見て、カルボナーラを作ってくれているのだ!

そして今日は、ミラノのリゾットを教えてくれた
なんだか、いつもと「張り切り様」が違う 気合が入っている

「あ、マンマ、動かないで」
写真を撮るジョバがお願いをする
カメラを構えても、おかまいなしに動き続け、シャッターチャンスを奪い去るマンマ
リゾットの仕上がり写真も危うく、取り損ねるところだった
そうか、チャンスは自ら作らなければならないのだ!?
これが自らチャンスを勝ち取った一枚(大げさ)


ミラノのリゾットである条件は「サフラン」を入れることらしい
サフランとは、カレー好きな人なら分かるだろう。ご飯を黄色く着色する 香辛料の一つである
パエリアにも使う
日本でも、輸入食品やさんで売っている。このリゾットで使う量はほんの一つまみ

このリゾット、簡単ではあるが「常に混ぜ続けなければならない」という条件がある
約30分、グルグルグルグルとお米の入った鍋を混ぜ続けるのだ
これが美味しくなるコツである(と、書けば、混ぜて頂けるものと思っている)

材料をみると、かなり経済的な事が分かる
お米と、少しの玉ねぎ、あとは調味料だけ
節約メニューを一つつかんだ
これで私はケチで怠け者でいられるという訳



ジョバちゃんも満足~


Cpicon >>日本語の詳細レシピはこちら(外部リンク) クックパッドへ


Tramite un'altro sito ho presentato una ricetta che si chiama "spaghetti alla carbonara di mamma". Questo articolo che ho pubblicato in internet è stato visitato da oltre seicento persone. Quando la mamma di Giova-chang (che mi ha insegnato quella ricetta) ha saputo che così tante persone avevano l'avevano letta, si è molto entusiasmata. Seicento giapponesi che non ha mai incontrato hanno cucinato gli spaghetti alla carbonara guardando la sua ricetta!!!

E oggi lei mi ha insegnato anche il "risotto alla milanese".
Rispetto alla scorsa volta lei era molto più carica di entusiasmo.

A provarlo il fatto che quando Giova-chang ha cercato di fotografarla mentre cucinava con me, lei non riusciva a stare ferma e lui le diceva continuamente: "mamma, non ti muovere! Stai ferma!".
Anche se Giova-chang aveva la fotocamera in mano, lei non ci badava e non ci dava nessuna occasione per fotografarla.
Per via del fatto che lei era così agitata, io stavo per perdere anche l'occasione di fotografare il piatto di risotto alla milanese appena preparato.
Perciò ho capito che le occasioni non vanno aspettate, ma colte!(?)
Ecco quindi la foto che ho afferrato al volo con tanta abilità (sto esagerando!).

Una condizione per realizzare il "Vero" risotto alla milanese è prima di tutto quello di utilizzare il Vero zafferano italiano.
Se ti piace curry, capisci subito cosa è lo zafferano. Per colorare il riso di giallo si usa questa spezia che si utilizza anche nella paella (tipico piatto della Spagna).
In giappone lo zafferano si può trovare in negozi di alimentari che trattano prodotti stranieri. Per fare il risotto se ne usa appena un "pizzico".

Questo risotto alla milanese è molto facile da cucinare ma si deve mescolare continuamente e per sempre (sto ancora esagerando!).
Mentre cuoce sul fuoco si deve girare il riso lentamente per circa mezz'ora. Questa è l'unica tecnica per ottenere un buon risotto alla milanese (scrivendo così io vi immagino mentre mescolate bene!).

Basta vedere la lista degli ingrediente per capire che questo piatto è molto economico.
Gli ingredienti sono: riso, un po' di cipolla, un poco di condimenti (burro, sale, olio).
Anche questa volta ho trovato un piatto facile ed economico, così posso essere pigra e avara, perciò sentirmi pienamente realizzata.

In questa foto si vede Giova-chang che mangia il risotto con aria totalmente soddisfatta.

にほんブログ村 海外生活ブログへにほんブログ村 海外生活ブログ イタリア情報へにほんブログ村 グルメブログへにほんブログ村 グルメブログ ローカルフードへ

18.10.10

美味しい豆腐を買いに Andare a comprare Tofu buono

ミラノの中華街に、お豆腐屋さんがある
「お豆腐も売っているお店」ではない
「豆腐だけ売っているお店」である
日本でも、お豆腐屋さんは減っているはずだ

ベジタリアンなヴァレリアちゃんがそこへ連れて行ってくれた
お店構えはシンプル
大きなショケースがドーンとあり、いろんな種類の豆腐が並べられている
揚げ豆腐、豆腐のチップスのような物、薄っぺらい豆腐など
豆乳もある、といっても日本で売られているそれとはちょっと違うが、甘味が優しくておいしい

家に帰り、豆腐と野菜のスープを作った
他のお店で買う豆腐よりはるかに美味しい
硬くて変に臭う他店の物に比べれば、これは新鮮で味も嫌味がない
この豆腐、1つの大きさは3丁分ぐらいはあり、試しに「半分でエエねんけどなぁ」とつぶやいても効き目はない ワンサイズしかないのだ
しばらくこれで、豆腐三昧ですな
ちなみに、価格は1つ1.20€

という事で、そのお店情報を↓ここに
「Da Zhong Dou Fu di He Yueqin」
Via P.Sarpi,4 Milano
Apertura:8.30-20.00(Gio 12.00-20.00/Dom 12.00-19.00)





A Milano c'è un negozio dove si può trovare del buon Tofu in zona China Town.
Non è un negozio che vende "anche" Tofu, è un negozio che vende "solo" Tofu.
Io penso che anche in Giappone il numero di questi negozi è diminuito.

Valeria-chang, che è vegetariana, mi ci ha portata.
Questo negozio è arredato in maniera molto semplice.
C'è un grande espositore di vetro dentro cui ci sono tanti tipi di Tofu:
Tofu fritto, patatine di Tofu, pasta di Tofu ecc
Anche c'è il latte di Tofu, ma ho trovato che questo sia un po' diverso da quello che vendono in Giappone, con un gusto dolce ma più delicato dell'altro. Entrambi sono buoni.

Tornata a casa ho cucinato una zuppa con Tofu e verdure, scoprendo che questo Tofu "italiano" è più saporito degli altri che ho provato fino ad ora in questo paese.
Gli altri Tofu erano troppo duri e avevano un cattivo odore, mentre questo mi è sembrato subito più fresco e profumato.
La porzione minima con cui si vende questo Tofu è però un po' troppo grande,almeno tre volte quella a cui somo abituata in Giappone e che si chiama "chou".

Anche se io volessi comprarne la metà questo non è possibile. Si vende solo intero.
Allora la soluzione è che ci toccherà mangiare questo Tofu per molti giorni.
A proposito, il prezzo è 1,20 €

Qui sotto trovate tutte le informazioni riguardanti questo negozio:
"Da Zhong Dou Fu di He Yueqin"
Via P.Sarpi,4 Milano
Apertura:8.30-20.00(Gio 12.00-20.00/Dom 12.00-19.00)

にほんブログ村 海外生活ブログへにほんブログ村 海外生活ブログ イタリア情報へにほんブログ村 グルメブログへにほんブログ村 グルメブログ ローカルフードへ

16.10.10

暖かいぞ~~!!  Fa caldo!!!

前回のお話
>>「寒いよう」
>>「寒いよう」(続編

おお、やっとリスカルダメントがついたぞ~!
暖かいぞ~~!!(あまりの感動に震える)


Il riscaldamento è acceso!!
Fa caldo!!! (Sono molto emozionata da tremarmi!)

Trovate a questo link:
la prima parte Ho freddo!
la seconda parte Ho freddo!

14.10.10

私はケチです Io sono avara

私はケチなので、安い物を買うと、この上ない達成感を感じる

ヴァレリアちゃんと中華街付近を歩き、ふと横道へそれ、さらに歩くと
素敵な看板を見つけた
「Outlet Bassetti」
バッセッティとは、イタリアのシーツやタオルやバスローブを売っているメーカーである
一度お店を覗いたが、高いと思った記憶がある
しかしここは「Outlet」の文字が輝いてるではないか

欲望が湧き出し、店の中へ釣られる
タオル類は量り売り
私はバスタオル580グラムを5.80€で購入した
通常は15€程する物だ



他にもシーツ、枕カバーに掛布団、枕にハンカチもある

そこのケチな貴方のために(私のように)そのお店情報を⇩ここに
Vincenzo Zucchi SPA
Via procaccini,32 20145
(vicino a Piazza Gramsci)
02 3450125

Via Botta Carlo,7 20135
(vicino a Porta Romana)
02 55183191
Apertura 9.30-19.00
Chiuso il 15 Agosto



Visto che io sono molto avara, quando acquisto qualcosa che costa pochissimo mi sento pienamente realizzata.

Un giorno, mentre camminavo dalle parti di China Town con la mia amica Valeria-chang senza pensarci abbiamo voltato per una strada che non conoscevamo e dopo poco ci siamo trovate difronte a una bellissima insegna con scritto:

"Outlet Bassetti"

Bassetti è una famosa marca italiana che vende lenzuola, asciugamani, accappatoi ecc.

Ero già stata una volta in un negozio Bassetti e mi ricordo di aver sentito che tutto era costoso.
Ma qui brillava la scritta "Outlet"!!!

Questa visione ha suscitato in me l'irrefrenabile desiderio di entrarci. Mi sono sentita come presa all'amo e tirata dentro al negozio.
Qui gli asciugamani venivano venduti a peso, perciò ho comprato un telo da bagno di 580 grammi spendendo solo 5,80 Euro. Di solito questo prodotto costa circa 15 Euro.

Anche c'erano lenzuola, federe, coperte, cuscini, fazzoletti.

Per chi avaro come me metto questo link qui sotto dove trovare tutte le informazioni:
Vincenzo Zucchi SPA
Via procaccini,32 20145
(vicino a Piazza Gramsci)
02 3450125

Via Botta Carlo,7 20135
(vicino a Porta Romana)
02 55183191


(nota di Giova-chang: quello che Yoko si è dimenticata di scrivere è che lei è avara quando si tratta di comprare le cose per la casa ma solo perchè sta risparmiando per comprarsi tanti vestiti di Armani! Con Armani Yoko è molto generosa!)


にほんブログ村 海外生活ブログへにほんブログ村 海外生活ブログ イタリア情報へ

13.10.10

ムリノビアンコのポイントゲット (其の三 Raccolgo i punti del mulino bianco terza parte

前回のお話
>>「ムリノビアンコのポイントゲット」
>>「ムリノビアンコのポイントゲット (続編」


ムリノビアンコからメールが届いた
なんと素敵!
「あんたの応募を受け付けたよ。ピクニックバッグとピクニックシートね、受け付けたからね」
という内容だ(もっと親切に書いてある)

ジョバちゃん、応募用紙、本当に送ってくれたのね、ありがとね
(信用してなかったのか)

…いや、まてよ このメール、ひょっとしてジョバちゃんが偽造したんちゃうの?
(まだ、疑う)

そして、ジョバちゃんに喜んでこのメールを見せると
「今月中に送るってかいてあるよー」
「…え! メールを送ってくるだけでもかなり働いてるほうなのに、イタリア、頑張るやーん!
…でも、信じない きっと、来月か、そうやな、年内に届いたらエエほうやろ」
まだまだ疑り深い

Raccolgo i punti del mulino bianco 
>>Prima Parte
>>Seconda Parte


Oggi ho ricevuto una e-mail da Mulino Bianco.
Che bello!!!
C'era scritto: "Abbiamo ricevuto la tua raccolta punti. Riceverai la borsa e la tovaglia". C'era scritto più o meno questo (ma molto più gentile!).

"Ah, Giova-chang, veramente avevi mandato quella raccolta punti! Ora ti posso ringraziare davvero!" (prima non mi fidavo di lui).

Ma poi ho avuto un sospetto: "E se questa e-mail me l'avesse spedita Giova-chang per farmi uno scherzo?" (ancora non mi fido!).

E poi stasera, con grande emozione, ho fatto vedere questa e-mail a Giova-chang e lui mi ha detto che c'era scritto che mi avrebbero spedito i premi della raccolta entro questo mese.
Io ho detto: "Eh?! Se mi hanno mandato questa e-mail vuol dire che loro lavorano già molto bene! Questi italiani sono in gamba!" (ma di nuovo non mi fido!!!).

Forse mi manderanno il prossimo mese o, magari, almeno entro massimo questo anno.
Da questo ho capito che io resto comunque sempre sospettosa.

E ancora... non mi fido!!!

12.10.10

寒いよう (続編 Ho freddo! seconda parte

前回のお話>>「寒いよう」

今日も寒い
学校も寒い なんせ、教室は地下にあり冷たい空気がたっぷり入ってくる
そしてヒーターもない 底冷えしている
お陰で風邪をひきなおしだ

家に帰ってから
ためしにリスカルダメントに触ってみるが、やはり冷たかった
15日が遠い



Anche oggi fa freddo.
Anche alla scuola faceva freddo.
La mia aula è nel piano interrato e ci sono spesso delle correnti di aria gelida.
Qui addirittura non c'è alcun riscaldamento.
Faceva un freddo penetrante e grazie a questo ho preso di nuovo il raffreddore.

Dopo essere tornata a casa ho toccato il calorifero, ma era freddo!
Era freddo!!!
Il 15 ottobre mi sembra troppo lontano...

(nota di Giova-chang: quando sono tormato a casa ho trovato queste righe scritte su una lettera accanto al corpo di Yoko. Era fredda!!!)

Trovate la prima parte a questo link:Ho freddo!

11.10.10

寒いよう! Ho freddo!

ミラノは北イタリアにある
アルプスの麓にあるのだ(と言ってもアルプスからは大分距離がある)
冬。神戸と言う温暖な気候の地域で育った私には耐え難い寒さである(大げさ)

9月中旬からは急に涼しくなり、「秋」はすぐに通り越し、「冬」がやってきた
10月ですでにセーター、コート、ブーツ、ダウンなど、冬服を着てる人がいっぱいだ

そしてイタリアの多くの家には「リスカルダメント」といういわゆる暖房器具「セントラルヒーティング」が完備さてれいる
「完備」といっても、これ、自分がつけたい時につけられるアパートと、一括操作のアパートの二種類存在する
この「一括操作」は法律によって街ごとに「いつからつけていいよ」という日付が決められているのだ
私の住むアパートは後者 なんと酷
ミラノは10月15日からつけることが出来る
これがその、「いつから暖房をつけていいよ」というリスト
http://www.helpconsumatori.it/data/docs/Calendario%20accensione%20riscaldamento.pdf

すでに私や友達は風邪をひき、家の中の方が寒いと言う貧し気な状態の時もある
それを知ってからは、カレンダーを睨み、カウントダウンの毎日
早くつけてもらわないと、洗濯物も乾かないじゃないの!

このお話の>>続編


Milano si trova nel nord Italia, ai piedi delle Alpi (infatti c'è tanta distanza!). D'inverno, per me  che sono cresciuta a Kobe che essendo sul mare è una città dal clima mite, il freddo che fa qui è insopportabile (sto esagerando!) e quando è arrivata la metà di settembre è arrivato l'autunno che però è durato pochissimo e subito è diventato inverno. Qui in ottobre tanti portano già i maglioni, i cappotti, i piumini, ecc. Nella maggior parte delle case italiane c'è il cosidetto "riscaldamento centralizzato". In quelle più nuove o fortunate c'è invece il "riscaldamento autonomo". In quest'ultimo caso si può accendere il riscaldamento e deciderne la temperatura quando e come si vuole. Nel primo caso, invece, si deve aspettare che ad accenderlo in tutto il palazzo sia il padrone dell'edificio e la temperatura sarà uguale per tutti. Il giorno in cui si può accendere il riscaldamento centralizzato è deciso dal comune tramite una legge e cambia da città a città. Sfortunamente nel nostro appartamento abbiamo il riscaldamento centralizzato che perciò resterà spento ancora per qualche giorno anche se io ho già tanto freddo. Che disumano!!! A Milano, infatti, si potrà accendere solo dal 15 di ottobre, come vedete da questo link: http://www.helpconsumatori.it/data/docs/Calendario%20accensione%20riscaldamento.pdf

Ma io ho già raffreddore e così anche qualche mia amica (nota di Giova-chang: queste amiche non vivono con noi quindi non capisco cosa c'entrano!) perciò questa situazione mi sembra quella di una famiglia povera dove nella casa fa più freddo dentro che fuori (nota di Giova-chang: veramente io sto scrivendo con le maniche corte e ho caldo!). Da quando ho scoperto il momento in cui si accenderanno i riscaldamenti guardo il calendario e conto i giorni che mancano e facendo penso: "accendete presto altrimenti il bucato non si asciuga!!!"

Ho freddo! >>Seconda Parte

プーピ! Pupi!!


アーティストのチェーヴィが作った超カワイイ プーピ!

プーピは一つ一つ違う顔、服の小ちゃい人形。箱まで一つずつ丁寧に作られた愛情たっぷりの作品です

チェーヴィは今月、イタリアを回ります

お近くにお住まいの方は是非是非覗いて下さい


チェーヴィのサイトはこちら


Questa artista che si chiama con il nome d'arte di Cevi ha fatto questi piccoli pupazzetti chiamati pupi con grande amore e attenzione per i dettagli. Ognuno è fatto a mano e in un modello unico, così come le scatolette che li contengono. Questo mese Cevi gira per l'Italia in varie manifestazioni di cui potete vedere sopra il programma. Se vi trovate dalle parti di una di queste città io vi consiglio di andarla a trovare. Oppure potete vedere le sue opere sul suo sito all'indirizzo che trovate qui sotto:http://www.cevicrea.it/new/

にほんブログ村 海外生活ブログへにほんブログ村 海外生活ブログ イタリア情報へ

9.10.10

ゆっくり話せば分かる? Se si parla lentamente ci si capisce?

さて、この夏にうちの母がやってきた
飛行機に一度も、一人で乗ったこともない。乗り換えもしたことがない
ジョバちゃんに会うために頑張って力を振り絞り、わざわざやってきたといってもいい

そして一大イベント☆ジョバ家と洋子家の親の初対面☆の実現だ

一番緊張していたのはジョバのマンマだろう
なぜなら、家のお掃除にテーブルセットにお料理にと今回はかなり気合を入れて本気で準備されていた(聞いたわけではないが、みたら分かるし)

イタリア人の気質なのかどうなのか知らないが、マンマは母にペラペラと話しかける。よほど、嬉しかったんだろう。ありがたい事だ
もちろん、母はイタリア語を知らない でもやっぱり母も楽しんでいる
(知っているのは「pomodoro トマト」「cavolo キャベツ」ぐらいである
なぜ野菜の名前から学んでいるのかは分からない)

母の体が細いものだから、ダイエットとつまみ食いを同時にしちゃうマンマは、すぐにそこへ目がいく
「あらぁ~細いのねぇ~アタシなんかね~もうね~うんたらかんたら」
いくら年をとってもオシャレ心を失わないっていうのは、良いことである

用意したメロンが甘くなくって、気に入らないマンマ。完璧を目指していたのに!
「行きつけのとこで買ったけど、いつもの旦那さんがいなくって奥さんやったんよ。奥さんは売れりゃぁいいからって適当なんを渡すんよねぇ ホンマにねぇ」
後日、復讐に行かれるのだろうか 黙って引き下がるとは思えない

話題は、イタリアと日本の違いにうつってきた
日本との時差の話 時差は今は8時間ですよといった後、マンマはこう言った
「で、日本も今は8月なの?」
一同凍りつく
それでは時差は8時間どころではないじゃないか(月が変わるほど時差があるということなのか)
さすがに、静かに過ごしていたパパも口を切った
「・・・日付変更線があるでしょ」
私も、考えた挙句、ジョバちゃんにささやいた
「きっと、”8月”じゃなくって”夏”って言いたかったんじゃない?」
季節の違いなら納得がいくもんだ そして、事実そうであった
これを聞いた母はなぜか大喜び
「マンマがカワイイ」とキャッキャし始めた

その後、みんなで写真を撮ろうと言うことになったのだが
「あらぁ、アタシ、白い服だから、どうしましょう~」
マンマがジタバタし始めた
「白は太く見えるから」と服を着替えに走り、黒いTシャツで戻って来て
「これでいいわよね♪」と、とても満足気

食事も終り、ちょっと散歩しようと言うことになった
ジョバと私、その後ろに2人のマンマ この4人が歩き始める
後ろで話し声が聞こえてきた。そしてある瞬間、ジョバが呟いた
「やばいぞ」
「???」
「マンマはゆっくり話せば(母が)イタリア語を分かると思い込んでいる!」

背中で二人の会話を聞いていると、なんとなく通じている部分もある
時に通じ、時にすれ違う。通じていたとしても、その自覚のないまま話を続けているのだ
他人事のように面白い 私はそんな二人をあえて放置して楽しんでいた

約10日間の滞在、その間、常に私が言語の違いを埋めていたのだが、さすがに疲れた
マンマ、ジョバとのやり取りで、「アタシも勉強しなくっちゃ」と思った母
(ジョバちゃんはそう思わないらしい)
次回からの母の滞在を少しでも楽したい私はすかさず、この本を見つけた



CDも付いているので、聞きながら覚えられる
記憶力の薄い年代でも何度も聞けば覚えられるのだ
しかも、入江たまよさんの本は沢山持っているが、なかなか質がよい
これなら問題なしだ
9月中旬にネットで購入して母の元へ届いた

この10月はジョバの誕生日
早速、勉強したイタリア語でメッセージを送ってくれた
「mia figlio giova chang tanti auguri a te !!!」
微妙な間違いは愛嬌だけれども、「私の息子」とは?私はどこへ?


Questa estate mia madre è venuta a trovarci. Lei non aveva mai preso l'aereo da sola. E non aveva neppure mai fatto lo scalo da sola. Lei ha fatto questa piccola grande impresa solo per vedere Giova-chang.

In quest'occasione abbiamo fatto incontrare per la prima volta i nostri genitori e questo è stato un grande evento. Penso che la più tesa di tutti fosse la madre di Giova-chang perchè si vedeva che aveva lavorato tantissimo per pulire tutta la casa, cucinare bene (e tanto) e preparare una bellissima tavola (io non ho sentito questa cosa ma l'ho dedotta da quello che ho visto che lei aveva fatto!). Non conosco ancora bene le abitudini degli italiani, ma la mamma di Giova-chang parlava alla mia tantissimo forse perchè era emozionata. Anche se mia madre non sapeva nulla della lingua italiana lei si è comunque divertita molto (lei conosce solo le parole "pomodoro" e "cavolo" ma io non so perchè lei abbia iniziato a imparare l'italiano proprio da queste parole!).

Visto che mia madre è magra, la mamma di Giova-chang (che anche se fa la dieta non riesce a non assaggiare tutti i piatti) parlava con lei di questioni di linea dicendole: "come sei fortunata a essere magra... io sono grassa... ecc ecc".

In quel momento io ho pensato che era molto bello che qualcuno, anche se anziano, continuava a pensare a come essere più bella.

Dato che la mamma di Giova-chang voleva che tutto fosse perfetto, lei era molto dispiaciuta che il melone non fosse buono. E ci ha raccontato: "ho comprato il melone dal solito fruttivendolo, ma questa volta non c'era il padrone ma la moglie a cui non importa di vendere la frutta buona ma solo di vendere e perciò mi ha dato una fregatura!". In quel momento ho immaginato che un giorno lei sarebbe andata a vendicarsi della moglie del fruttivendolo perchè non posso immaginare che lei non le dica nulla.

Poi abbiamo cambiato discorso, parlando della differenza tra Italia e Giappone. E dopo aver spiegato che tra i due paesi ci sono otto ore di differenza, la mamma di Giova-chang ci ha sorpreso chiedendoci se fosse Agosto anche in Giappone. In quel momento ci siamo tutti congelati e dentro di me ho pensato "non bastano otto ore per cambiare il mese (e comunque la madre di Giova-chang pensava che ci fossero molti mesi di differenza)" e persino il papà di Giova-chang che è sempre silenzioso in quel momento ha espresso la sua opinione dicendo che c'era solo un diverso fuso orario. Io ci ho pensato un momento e ho capito che forse la mamma di Giova-chang intendeva chiedere se fosse estate anche in giappone. Infatti era così. E mia madre che ha capito tutta la cosa si è molto divertita e ha detto che la mamma di Giova-chang era molto carina.

Poi abbiamo fatto delle foto assieme ma sempre la mamma di Giova-chang era troppo emozionata e diceva: "visto che ho messo la maglietta bianca si vede la pancetta" perciò è andata a cambiarsi tornando con una maglietta nera e dicendo "così va bene" sembrava molto contenta.

Dopo aver finito di mangiare siamo usciti a fare una bella passeggiata. Davanti eravamo io e Giova-chang e dietro di noi le due mamme. Poi abbiamo sentito che le due mamme stavano parlando e Giova-chang mi ha bisbigliato che questa cosa era pericolosa perchè sua madre credeva ingenuamente che bastasse parlare piano per farsi capire dalla mia. Però camminando sentivo che in qualche modo si capivano. Anche se credo che quando loro si capivano, non capivano di essersi capite. E così facendo continuavano a parlare. Per me era uno spettacolo molto divertente perciò le ho lasciate continuare per tutta la strada.

Per questi dieci giorni in cui mia madre è rimasta qui io traducevo continuamente, perciò ero molto stanca e anche mia mamma, grazie a queste esperienze con Giova-chang e sua madre, ha pensato di studiare in futuro un pò di Italiano (tuttavia Giova-chang non ha questa idea!). Dal prossimo soggiorno di mia madre in Italia vorrei essere più pigra e per non perdere questa occasione ho trovato un libro intitolato "introduzione della lingua italiana per gli oltre sessantenni". Questo libro è accompagnato da un cd perciò anche le persone che hanno poca memoria possono impararlo ascoltandolo. Inoltre io conoscevo già l'autrice, di cui ho molti altri libri, e so che è fatto bene. Sono sicura che non ci sarà problema. Perciò ho comprato questo libro in internet a metà settembre e l'ho fatto spedire a mia madre e per il compleanno di Giova-chang che è l'otto di ottobre lei ha mandato una e-mail con un messaggio d'auguri in italiano per lui. C'era scritto: "mio figlio Giova-chang, tanti auguri a te!". C'era solo un piccolo errore carino: dove sono io? Perchè mia madre si è dimenticata di me?  

7.10.10

ルッカへ行くのかどうなのか Andiamo a Lucca o no?

10月末にルッカで毎年行われる、漫画やゲームの展示会がある
なかなか大きな規模のイベントらしく、行って見たいなぁ~と思っているのだが
私が放った一言でジョバちゃんが嫌がっている
「ルッカ行こうよ。ジョバちゃん、ルッカにいたらいいやん。私はその間、シエナに行ってくるわ♪」
ルッカからシエナまで2時間ほどだ 近い近い!
常に二人一緒にいないと気がすまないジョバちゃん、この言葉に何か「危険」を感じたようだ



「分かった。言い方を変えよう」

「ジョバちゃん、ルッカへ行こうよ。シエナに行くなんて言わないから」
「え、そうぉ?本当?」
「といいつつ、ジョバちゃんを一殴りして気を失わせ、その間にシエナに行ってくるわ」
「お、ボク一日気を失ってるのか」
「目が覚めたときには、私は片手にイノシシのサラミ(シエナ特産)、もう片方には美味しいワインを持っている」
「ワハハ!」
「ワインをグビッと飲み、サラミにかぶりつきながら、”ジョバちゃん、大丈夫~?”と心配げに声を掛けるねん」

笑いはとったものの、ジョバちゃんは納得しなかった
シエナ…あ、いやルッカに行けるのかしら

Questo fine mese, come ogni anno, nella città di Lucca, in Toscana, si svolge una importante convention di fumetti che si chiama Lucca Comics & Games. Io vorrei andarci e anche Giova-Chang, ma visto che io gli ho detto una certa frase, ora lui non vuole più che ci andiamo. Quella frase era: "Andiamo a Lucca. Tu stai a Lucca mentre io vado a Siena. Da Lucca a Siena ci vogliono solo 2 ore. Vicinissimo!!!".
Ma Giova-Chang che quando non stiamo insieme non è felice, ha sentito quello che io chiamo "pericolo!".
Allora io gli ho detto: "Ho capito. Allora io cambio il modo di dire e ti dico che andiamo a Lucca insieme e che non vado più a Siena".
E Giova-Chang entusiasta (e un pò ingenuamente) mi ha risposto: "Vero!?".
Quindi io gli ho detto: "Certo. Poi però quando siamo la ti do un colpo in testa e ti faccio perdere coscenza e mentre sei svenuto io vado a Siena".
Allora Giova-Chang mi ha risposto: "Quindi io perdo coscenza tutto il giorno?" e io gli ho detto: "Sì, e quando tu ti svegli io sono li e in una mano tengo un salame di cinghiale (tipico di Siena!) e nell'altra una bottiglia di buon vino".
E Giova-Chang, immaginando la scena, ha riso tantissimo.
E io ho anche aggiunto: "Mordendo il salame e bevendo dalla bottiglia come un'ubriacona io ti chiedo se va tutto bene, fingendo preoccupazione".

Ma alla fine, pur avendo fatto ridere Giova-Chang non l'ho convinto a portarmi a Sien... cioè volevo dire Lucca!

6.10.10

続編)ムリノビアンコのポイントゲット Raccolgo i punti del mulino bianco (seconda parte)

前回のお話>>「ムリノビアンコのポイントゲット」

先日、ジョバちゃんがムリノビアンコのポイント応募用紙を発送してくれた
…発送してくれたかどうか、疑っている私の気持ちを感じたらしい
「書留」でわざわざ発送してくれたのである
これがその書留の用紙


賞品が届かなくて、洋子に"ホンマに申込用紙を送ってくれたんかいな?"と、問い詰められるのが怖いのか、それとも、"なんで賞品届かへんの!?" と、これまた洋子に八つ当たりされるのが怖いのか
ジョバちゃんの見出した解決策は「書留」であった

そもそも、私の事をジョバちゃんがやってくれているのに、ここまでやってくれて有難うと感謝するどころか、疑うというこの性格の悪さ
それを自覚しつつも、毎度繰り返している

Trovate la prima parte a questo link:Raccolgo i punti del mulino bianco

Qualche giorno fa Giova-Chang ha spedito la raccolta punti del Mulino Bianco. Forse ha sentito che sospettavo che non l'avesse fatto. Invece Giova-Chang l'aveva addirittura spedita con raccomandata con ricevuta di ritorno. Nella foto il documento che lo prova. Forse Giova-Chang aveva paura che gli dicessi: "Hai mandato veramente?!" oppure "Perchè non mi arriva la borsa?!?" e che quindi me la prendessi con lui. La soluzione che Giova-Chang ha trovato è stata quindi la raccomandata.
A pensarci ora capisco che avrei dovuto farlo io e che Giova-Chang mi aiuta sempre e io lo ringrazio sospettandolo sempre delle peggiori cose. Quanto sono cattiva? Ogni volta mi riprometto di essere più buona ma poi non lo faccio.

Commento di Giova-Chang
In realtà io ho fatto la raccomandata con ricevuta di ritorno perchè ho visto la fatica che Yoko aveva fatto per tanti mesi per raccogliere tutti quei punti e la sua felicità quando l'ha completata. Conoscendo come funziona l'Italia (terra di ladri e di truffatori) volevo essere sicuro che nessuno rubasse la preziosa raccolta punti di Yoko e le portasse via quel suo genuino entusiasmo che le brutture del nostre paese non le hanno ancora fatto perdere.